UNIONE ITALIANA LAVORATORI METALMECCANICI

Corso Trieste, 36 - 00198 Roma - Tel. 06.852.622.01 - 06.852.622.02
Fax 06.852.622.03 - E-mail uilm@uil.it

COMUNICATO SINDACALE 
Fim-Fiom-Uilm nazionali

ANNUNCIATA L'INTENZIONE DI FINMECCANICA DI CEDERE ELSAG-GEST A DATAMANAGEMENT

Si è tenuto nella giornata di giovedì 5 gennaio u.s. l'incontro tra Fim, Fiom e Uilm nazionali e territoriali e le RSU di Elsag-Gest con Elsag s.p.a. e Finmeccanica in occasione del quale è stata annunciata da Finmeccanica la volontà di cedere il 70% di quota del pacchetto azionario di Elsag Gest a Datamanagement.
Le Segreterie Nazionali, a fronte delle informazioni ricevute, hanno ribadito la necessità di un confronto urgente su un piano strategico ed industriale compiuto e complessivo del Gruppo Elsag, che, come si ricorderà, l'azienda era impegnata a presentare alle OO.SS. nel giugno scorso, ma che tutto questo fu rinviato visto il tentativo di acquisizione di Datamat da parte di Finmeccanica.
Per quanto riguarda Elsag-Gest, le OO.SS. hanno ritenuto insufficienti le informazioni fornite ed hanno ribadito le proprie riserve e perplessità sulla cessione annunciata. Al fine di ottenere i necessari chiarimenti, si è convenuto un nuovo incontro da tenersi il prossimo 17 gennaio; nel corso di tale incontro, Finmeccanica ed il Gruppo Elsag, si sono impegnati a fornire informazioni dettagliate sulle garanzie occupazionali ed industriali, che le OO.SS. - pur mantenendo le proprie critiche e riserve sull'intera operazione - ritengono essere presupposto imprescindibile per formulare un giudizio unitario sul processo avviato dall'azionista.
Tale processo si connota come un'operazione caratterizzata sostanzialmente dal passaggio del contratto di servizio ad un soggetto esterno a Finmeccanica, che comporta la conseguenza dell'uscita dal perimetro di Finmeccanica di un'intera azienda, la quale continuerebbe tuttavia a svolgere attività quasi esclusivamente per conto di Finmeccanica stessa, che era e resta il principale utente. Tutto questo non è sufficiente a garantire adeguate prospettive industriali ed occupazionali.
È evidente che tale quadro non può che creare dubbi alle OO.SS e rende urgenti chiarimenti sulle strategie industriali sia del gruppo Datamanagement, che del gruppo Elsag nel suo complesso. In assenza di tali chiarimenti, si vedrebbe infatti confermata unicamente la volontà dell'azionista di proseguire in un graduale processo di dismissione delle attività civili o comunque non considerate strategiche da parte di Finmeccanica.

Segreterie nazionali Fim, Fiom, Uilm
Fim, Fiom, Uilm territoriali e R.S.U. Gruppo Elsag-Gest

Roma, 10  gennaio 2006

 

 

torna all'homepage